Pillole di Benessere per i tuoi amici a 4 zampe

Pillole di Benessere per i tuoi amici a 4 zampe

Progetto in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Animale, Produzioni e Salute dell’Università degli Studi di Padova.

A cura della dott.ssa Rebecca Ricci

L'IMPORTANZA DELL'IGIENE ORALE DEI CANI E GATTI

Alitosi, placca e tartaro rappresentano un problema frequente anche per i nostri amici a quattro zampe. La placca si forma quando c’è uno squilibrio della popolazione batterica normalmente presente sulla superficie dei denti, e può successivamente andare incontro ad un processo di cristallizzazione ad opera di alcuni sali minerali contenuti nella saliva diventando tartaro. La rimozione della placca può essere effettuata a casa tramite una pulizia meccanica della bocca dell’animale, mentre per la rimozione del tartaro è necessario un intervento che può eseguire soltanto il Medico Veterinario, la cosiddetta “detartarasi”. A lungo andare, un animale con placca e/o tartaro non trattato può anche sviluppare alcune infezioni del cavo orale come gengivite e parodontite. Ciò riguarda tutti gli animali di tutte le età, ma i soggetti anziani e quelli di piccola taglia sono i più colpiti. Non bisogna inoltre dimenticare che esiste una predisposizione individuale che fa sì che i denti dell’animale restino più o meno puliti nel tempo.

Il modo migliore per prevenire questo tipo di inconvenienti è quello di abituare l’animale a una routine di igiene orale (almeno una pulizia a settimana), ma sono in pochi ad accettare volentieri la manipolazione di bocca e denti. Per questo è importante iniziare a pulire i denti del nostro amico fin da quando è cucciolo o fin dal suo primo arrivo in casa, cercando con molta pazienza di abituarlo all'idea di farsi mettere le mani in bocca.

Esistono diversi modi per mantenere una corretta igiene del suo cavo orale e l’ideale sarebbe quella di combinarne più di uno:

  • Alimentazione: un mangime di qualità o una dieta casalinga completa che garantiscano l’apporto di tutti i nutrienti nelle giuste quantità è sempre al primo posto. Ciò è vero specialmente per cuccioli e gattini che durante la crescita devono anche supportare un corretto sviluppo della dentatura.
  • Tipo di mangime: i mangimi secchi sono più efficaci rispetto a quelli umidi poiché l’azione meccanica esercitata per frantumare la crocchetta comporta un effetto di pulizia sulla superficie dei denti. Inoltre, esistono mangimi secchi formulati appositamente per i soggetti più predisposti all’insorgenza di placca e tartaro e comprendono ingredienti particolari e consistenze più complesse.
  • Snack dentali: esistono in commercio molti stick con la funzione di prevenire e ridurre la formazione di tartaro, la cui somministrazione raccomandata dai produttori è giornaliera. Bisogna fare attenzione perché questi snack apportano comunque energia e nutrienti, per cui vanno forniti con moderazione per evitare uno sbilanciamento della dieta.
  • Ossi: è una pratica molto comune quella di dare al cane degli ossi crudi per pulire i denti e rinforzare la masticazione. Sono tuttavia generalmente sconsigliati dai Medici Veterinari perché, soprattutto quelli più piccoli (ad esempio gli ossi di pollo), rischiano di frantumarsi facilmente e le schegge possono essere ingerite, provocando traumi e lacerazioni.
  • Spazzolino da denti: nei negozi specializzati si possono acquistare sia gli spazzolini che i dentifrici specifici per i cani. Pulire i denti con questi strumenti sarebbe la scelta ideale, ma spesso l’animale non lo gradisce e lo rende difficoltoso. Vietato l’uso di dentifricio ad uso umano, perché può contenere sostanze tossiche per i nostri amici a quattro zampe.
  • Giochi: sempre nei negozi specializzati per animali si possono trovare dei giocattoli in gomma per cani pensati appositamente per pulire i denti e massaggiare le gengive. Attenzione perché potrebbero essere troppo duri per i cuccioli e potrebbero causare qualche problema se il cane ha un atteggiamento troppo aggressivo nei confronti di quell’oggetto.
  • Visite dal veterinario: almeno una volta all'anno, sarebbe opportuno portare il cane e il gatto dal proprio Medico Veterinario di fiducia per una visita generale e per un controllo della sua salute dentale.

Rebecca Ricci, Medico Veterinario Nutrizionista, PhD

European Specialist in Veterinary and Comparative Nutrition

Dipartimento di Medicina Animale Produzioni e Salute

Università degli Studi di Padova

e-mail: rebecca.ricci@unipd.it