Pillole di Benessere per i tuoi amici a 4 zampe

Pillole di Benessere per i tuoi amici a 4 zampe

Progetto in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Animale, Produzioni e Salute dell’Università degli Studi di Padova.

A cura della dott.ssa Rebecca Ricci

IL CANE CON ARTROSI

L’artrosi è una patologia cronica, degenerativa che coinvolge le articolazioni ed interessa principalmente i cani anziani. Tuttavia può essere presente anche in animali giovani affetti da patologie congenite che, alcune volte, possono trovare una soluzione medica o chirurgica. L’artrosi comporta una sostanziale riduzione della mobilità dell’animale a causa del dolore che provoca e della trasformazione anatomica delle articolazioni. Al fine di migliorare la mobilità dell’animale e controllarne il dolore è opportuno mettere in atto una serie di strategie, di seguito elencate, che possono determinare un miglioramento sostanziale del tenore di vita del cane.

1. Il controllo del peso: l’artrosi è una patologia che peggiora negli animali obesi e ciò è abbastanza intuitivo da comprendere in quanto l’eccesso di peso va a sovraccaricare il sistema osteoarticolare che, per la patologia in atto, non è in grado di sopportare sforzi eccessivi. Bisogna poi considerare che il cane con artrosi tende a limitare il movimento e ciò lo predispone al sovrappeso.

2. L’inclusione di condroprotettori nell’alimentazione del paziente artrosico: si tratta di mangimi complementari che veicolano uno o più principi attivi che contribuiscono alla riduzione dell’infiammazione, al controllo del dolore e al sostegno della rigenerazione articolare. Tra questi, in primis vanno nominati gli omega-3 (gli acidi grassi EPA e DHA presenti nei pesci e negli oli da questi estratti) e la glucosamina e condroitina, componenti della cartilagine; altri comprendono la Boswellia serrata, l’estratto di cozza verde della Nuova Zelanda (Perna canaliculis), la curcuma e gli insaponificabili di avocado e soia.

3. A volte per controllare il dolore è necessario ricorrere all’uso di farmaci antidolorifici e anti-infiammatori ma l’impiego degli stessi è strettamente legato ad una prescrizione da parte del Medico Veterinario poiché molti di questi possono avere effetti collaterali anche importanti.

4. La fisoterapia riabilitativa: negli ultimi anni lo sviluppo delle conoscenze sui sistemi riabilitativi in medicina veterinaria ha prodotto una serie di metodiche di fisioterapia che possono essere utilizzate nei cani con artrosi. La fisioterapia può lenire il dolore aiutando a ridurre il dosaggio di farmaci antidolorifici, promuovere una rieducazione motoria e contrastare l’aumento di peso, oltre che rappresentare un momento ludico per il cane.

Dott.ssa Rebecca Ricci