Pillole di Benessere per i tuoi amici a 4 zampe

Pillole di Benessere per i tuoi amici a 4 zampe

Progetto in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Animale, Produzioni e Salute dell’Università degli Studi di Padova.

A cura della dott.ssa Rebecca Ricci

I FERMENTI LATTICI PER CANI E GATTI

La flora batterica intestinale svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento di una buona condizione di salute nei nostri animali domestici. Essa è infatti composta da miliardi di batteri che sono per la maggior parte benefici ed essenziali per lo svolgimento di importantissime funzioni per l’intero organismo, quali:

• La digestione di alcuni nutrienti assunti con la dieta;

• Il supporto e la regolazione del sistema immunitario;

• La produzione di sostanze utili per l’intestino e di vitamine essenziali (ad esempio l’acido folico e la vitamina K);

• La funzione di barriera protettiva contro la proliferazione di batteri potenzialmente pericolosi per la salute.

L’insieme di tutti i microrganismi che vivono all’interno dell’intestino negli ultimi anni viene chiamato con il nome più corretto di “microbiota intestinale”. Un disequilibrio del microbiota intestinale si manifesta principalmente con sintomi gastroenterici, ovvero con disturbi nella digestione e diarrea. Le situazioni in cui il microbiota intestinale potrebbe alterarsi sono molteplici, e vanno dalle più lievi come un semplice cambio di stile di vita alle più severe come un’infiammazione o l’utilizzo di farmaci. Per preservare o ripristinare la salute del microbiota intestinale dei nostri amici a quattro zampe possiamo integrare i fermenti lattici nella loro dieta.

I fermenti lattici, detti anche “probiotici”, sono dei batteri “buoni” che, se somministrati in quantità adeguate, sono in grado di riequilibrare la flora microbica intestinale producendo una serie di benefici sull’organismo. La somministrazione di fermenti lattici può essere un valido aiuto specialmente in caso di:

• Manifestazioni gastrointestinali, flatulenze e feci di scarsa qualità;

• Cambio di dieta;

• Trattamenti antibiotici;

• Periodi di convalescenza;

• Stress non abituali (come viaggi o traslochi).

In commercio troviamo numerosi prodotti per cani e gatti a base di fermenti lattici, reperibili in diversi formati e formulazioni. Quando si decide di acquistare uno di questi integratori, è bene considerare innanzitutto quale sia la forma di assunzione preferita dal proprio animale (ad es. polvere piuttosto che compresse). In secondo luogo, è molto importante controllarne la composizione, poiché esistono diverse specie di batteri che possono essere incluse in questi integratori e in diverse concentrazioni. Per questo motivo potrebbe essere necessario cambiare tipologia di fermenti lattici qualora il primo prodotto selezionato non dia gli esiti sperati: a causa della grande variabilità individuale del microbiota intestinale che è caratteristico per ciascun individuo (proprio come un’impronta digitale!), non esiste un integratore universale che sia efficace per tutti, ma bisogna trovare quello più adatto a ciascun soggetto. Il Medico Veterinario di fiducia sarà in grado di aiutarvi nella scelta del prodotto più adatto per il vostro animale. Inoltre, se vogliamo dare ai fermenti lattici tempo a sufficienza per agire, potrebbe essere opportuno somministrarli per almeno un paio di settimane o comunque seguendo accuratamente le indicazioni del Medico Veterinario.

È infine importante ricordare il ruolo fondamentale di una corretta conservazione e somministrazione di questi prodotti: è indicato riporli in frigorifero e non esporli all’aria, all’umidità o al calore altrimenti ne potrebbero risultare irrimediabilmente danneggiati.